Via Po 45 Torino, di fianco alla chiesa della S.S. Annunziata, Telefono:3388539378

powered by www.d-idea.eu

PRESEPIO MECCANICO

S.S. ANNUNZIATA

Mostra dei presepi artistici presso il chiostro della chiesa SS. Annunziata
dal 13 Novembre al 16 Dicembre 2011

L’Officina Artistica del Presepio è composta da tutte le persone che volontariamente prestano la loro opera per il buon funzionamento del presepio, specialmente nel periodo di chiusura al pubblico.   Il suo compito è di garantirne una piena efficienza, apportando migliorie tecniche e scenografiche e promuovendo attività collaterali quali la “Mostra dei Presepi Artigianali” o l’accoglienza delle scolaresche.

Un aspetto fondamentale è l’efficienza meccanica dei movimenti; a tale scopo è stata ricavata una “officina artigianale” nei locali attigui al presepio, per permettere la ricostruzione fedele di pulegge e ingranaggi che nel tempo necessitano di manutenzione o sostituzione.        All’inizio degli anni ’90 le centinaia di cinghie in cuoio sono state sostituite con cinghie speciali in materiale sintetico che garantiscono un ottimo trascinamento degli ingranaggi e un’alta affidabilità, essendo le giunzioni saldate con un saldatore specifico. Da quest’anno inoltre è stato modificato il sistema di avvio dell’unico motore che permette il movimento di oltre 100 personaggi con l’inserimento di un inverter elettronico.

L’aspetto scenico è altrettanto importante; ogni anno infatti occorre sostituire una parte dei costumi dei personaggi.    Per la ricerca delle stoffe ci affidiamo ad alcuni tappezzieri della zona (attività antica per il nostro borgo) che offrono le tele necessarie.    Il presepio, ormai da quasi quarant’anni può contare sulla indiscutibile abilità di un'unica sarta, che affiancata da alcune collaboratrici, provvede di anno in anno a “rinverdire” o sostituire del tutto i vestiti delle statue.   

Migliorie significative sono state apportate in campo scenografico; compito arduo dei volontari è stata la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione con effetto GIORNO/NOTTE.         Si doveva trovare il modo di armonizzare la scenografia del presepio con le tecniche di illuminazione scenografiche  attuali; in particolare era importante preservare una efficiente illuminazione di base con una buona evidenza delle varie scene presenti in questo presepio e naturalmente dare il giusto rilievo alla “Grotta della Natività”. La scelta è ricaduta sull’utilizzo dei Led, che ha comportato una attività di ricerca e sperimentazione meticolosa e lunga.    Tutto il gruppo dei volontari esprime soddisfazione per aver realizzato autonomamente questo impianto, comandato da centraline elettroniche e software dedicato appositamente per questa installazione.    Con un pizzico di orgoglio sono sicuri che sapranno proporre nuove sorprese per i prossimi anni.

Le visite scolastiche sono un fenomeno in costante crescita; le scuole possono prenotare le visite “on line” tramite il sito internet del presepio www.presepiomeccanico.com.    Ad accogliere le scolaresche vi è sempre una guida volontaria (giovani o pensionati) che è a disposizione sia per una spiegazione storica del presepio meccanico, sia  perla presenza di antichi mestieri e di attività quotidiane che il costruttore ha voluto rappresentare in questo presepio.

Da alcuni anni, nel periodo di apertura del Presepio Meccanico, viene allestita una mostra di “Presepi Artigianali”.    Quest’anno accanto ai presepisti della parrocchia, sono ospitati altri artisti che interpretano sia in maniera classica che in modo più “libero” il tema del Natale e del Presepio.    Le diverse tecniche presenti completano la mostra dei Presepi Artigianali segno questo di una volontà di nuove ricerche e  nuove prospettive per rappresentare la scena della natività.

Dal 1996 ospitiamo un presepio molto particolare: “Il Presepio all’uncinetto”.

Maddalena Nitelli inizia a dedicarsi alla realizzazione dei personaggi di presepi all’uncinetto intorno al 1992, con la realizzazione di un primo personaggio di prova.   I materiali usati per la “costruzione” dei personaggi sono: cotone, ovatta, fil di ferro e colla.   Grande attenzione è posta nella resa di particolari quali alberi, fiori, frutti, verdura …

Il cotone utilizzato è quanto usualmente rimane di altri lavori precedentemente realizzati per la famiglia, quindi ogni colore è legato ad un precedente lavoro, ad una persona cara ed ai momenti trascorsa con essa.

Quest’opera è collocato nel corridoio di uscita del Presepio Meccanico della SS. Annunziata, chiesa per lei ricca di tanti ricordi d’infanzia: ogni anno è allestito in modo diverso e racconta sempre nuovi episodi di vita contadina.   Dedicarsi ai presepi ha aiutato Maddalena nei momenti più difficili della sua vita ed il sempre crescente interesse della gente le dà l’entusiasmo di continuare.

Home.html
HOMEHome.html